img

Mattonella Palermitana: la cugina del Sud che ogni tanto ti viene a far visita…

/
/
/

Un rustico, tra i più a stretto legame con la tradizione di Trinacria. Simile alla Parigina, se ne discosta per la presenza dei semi di sesamo a ricoprire la superficie e per l’impasto che, nella classica ricetta partenopea prevede una base di pasta per pizza e una copertura di fragrante pasta sfoglia.

Formaggio, prosciutto e pomodoro rimangono, al contrario, sempre quelli. Ingredienti semplici ma di prim’ordine, capaci di accreditare questa ricetta, antica eppure semplicissima, tra le maggiormente sperimentate, di casa in casa.

Del resto, si tratta di un prodotto da forno assai versatile. Perfetta, se consumata come spuntino o in occasione di un pranzo veloce, tagliata in piccoli pezzi può trasformarsi in uno sfizioso snack, nel corso di un aperitivo.

Deliziosa da gustare tiepida, per apprezzarne appieno la farcitura filante, è gradevole, non da meno, anche una volta raffreddata.

Partendo dal medesimo impasto, è possibile accompagnare il prosciutto cotto, magari, con le caratteristiche verdure estive, o eliminarlo del tutto, per una saporita alternativa vegetariana.

LA RICETTA

INGREDIENTI:

PER LA BASE

  • 250 gr di farina 00
  • 250 gr di farina 0
  • 275 gr di acqua
  • 15 gr di lievito di birra
  • 15 gr di sale fino
  • 50 gr di zucchero semolato
  • 50 gr di strutto o burro
  • 2 uova intere
  • semi di sesamo

PER IL RIPIENO

  • 400 gr di polpa di pomodoro
  • 200 gr di mozzarella
  • 200 g di prosciutto cotto
  • 2 cucchiai di olio extravergine di oliva
  • origano
  • sale
  • pepe
PREPARAZIONE:

Iniziate dall’impasto per la base. Versate l’acqua in una ciotola, aggiungete lo zucchero e il lievito sbriciolato e mescolate, fin tanto che il lievito si sia sciolto. Aggiungete i due tipi di farina e impastate, per una decina di minuti. Poi, poco per volta, unite lo strutto o il burro ammorbidito, il sale e impastate ancora, fino a ottenere un composto morbido e leggermente appiccicoso.

Coprite con un canovaccio e fate lievitare per 2 ore o fino al raddoppio del volume.

Intanto, preparate il ripieno. Tagliate la mozzarella a fettine e mettete la polpa di pomodoro a sgocciolare in un colino, in modo che perda un po’ di liquido. Poi, conditela con olio, sale, pepe e origano. Quando l’impasto sarà lievitato, dividetelo in due parti uguali e stendetene una metà su una spianatoia spolverizzata di farina.

Trasferite questa metà dell’impasto in una teglia di circa 20×28 cm, foderata con un foglio di carta da forno. Distribuitevi sopra la polpa di pomodoro condita, prestando attenzione a lasciare 2 cm di bordo su tutti i lati.

Aggiungete poi le fettine di mozzarella e, infine, il prosciutto cotto.

Spennellate il bordo con po’ di uovo leggermente sbattuto, quindi stendete anche l’altra metà dell’impasto e sovrapponetela al ripieno. Sigillate bene i bordi, premendo la pasta con le dita. Spennellate la superficie con l’uovo rimasto e cospargete con abbondanti semi di sesamo.

Lasciate lievitare per altri 30 minuti, poi cuocete in forno preriscaldato a 180 °C per circa 35-40 minuti. A fine cottura dovrà risultare ben dorata. Sfornate la Mattonella palermitana e fatela riposare qualche minuto, prima di tagliarla a fette e servirla.

LEGGI ANCHE: Pizza, quante ne sai e quante me ne sai raccontare…

LEGGI ANCHE: Pizza sì… ma non per tutti

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This div height required for enabling the sticky sidebar
Ad Clicks :Ad Views : Ad Clicks :Ad Views : Ad Clicks :Ad Views : Ad Clicks :Ad Views :