img

Dammi la mano… e vediamo chi sei

/
/
/

Come faremmo senza?

Rappresentano, in effetti, il collegamento imprescindibile tra noi ed il mondo circostante. Eppure, forse, non tutti sono consapevoli del fatto che, attraverso la forma delle mani, si può comprendere tanto di quel che siamo. Lombrosiane memorie?

Niente affatto. E le dita, altrettanto, sanno – grazie la loro connotazione – parlare. Dunque, osservatele con attenzione. Scrutatele, per qualche istante. Quindi, verificatene la congruenza con lo schema qui riportato…

In quale di questi pollici riconoscete maggiormente il vostro?

A

Bando alla banalità, siete uno di quei soggetti che viene definito: ‘tutto d’un pezzo’. E, quando si tratta di circondarvi di amici, li contate, sceltissimi, valutandoli con meticolosa accuratezza. ‘Pochi ma buoni’, recita il detto. E allora sia, purché armati della vostra stessa ricchezza d’animo.

B

Riflessivi, prediligete la ponderazione all’istinto, il che implica un certo grado di saggezza, certo, ma rischia di allontanarvi, talvolta, dagli obiettivi. Non abbiate timore di mostrare quel che siete, in qualsiasi modo vi si voglia definire. Fieri di voi sarete apprezzati, senza dover indossare alcuna maschera.

C

Equilibrio è la vostra parola d’ordine. Volitivi, vivete i problemi alla guisa di sfide. Si traducono, insomma, in opportunità, che vi conducono solo a maturare. E, nel processo di crescita, è lecito anche scivolare. Voi sapete, del resto, come cadere. Soprattutto, siete maestri provetti nel rialzarvi.

D

Flessibili. Aperti… che dire di voi? Siete accoglienti. E, nelle novità, diversamente da parecchi altri, non solo vi riconoscete, ma riuscite a trovare anche stimoli, capaci di arricchirvi. Curiosi, intelligenti, vivi. E, sicuri del vostro cammino, abbracciate ogni giorno il mondo, eterna sorpresa che si presenta di fronte ai vostri occhi perennemente stupiti.

E

La vita va come va. Recita se stessa. E’ questo il concetto, per voi, più complicato da gestire. Siete iper-coerenti, affidabili, sin troppo rigidi. Se agiste con meno aspettative, alleggeriti dall’esser prevenuti e meno schematici, probabilmente riuscireste a godere assai più in scioltezza di voi stessi e dei tesori che vi circondano.

LEGGI ANCHE: Impariamo da interpretare la linea del cuore

LEGGI ANCHE: Storia della stretta di mano, il saluto “proibito” al tempo della pandemia

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This div height required for enabling the sticky sidebar
Ad Clicks :Ad Views : Ad Clicks :Ad Views : Ad Clicks :Ad Views : Ad Clicks :Ad Views :