img

Invecchiare? Non ne voglio proprio sapere…

/
/
/

Pronti ad ‘ingannare il tempo‘? Nel senso che, certo, non lo si può fermare, ma è pure assurdo smettere di prendersi cura di sé, nella consapevolezza che, tanto, il ‘nostro’ scorre. E allora? Tanto vale, a personale tutela, far ricorso a tutta una serie di abitudini, capaci di ridimensionare il rincorrersi delle ore e dei minuti.

Attenzioni, minimali ma costanti. Accorgimenti, in sostanza, che spesso sanno mostrarsi anche ottime soluzioni di vita.

Siete curiosi? Vediamone alcuni:

  • Potrà sembrarvi assurdo, ma ci rivolgiamo a voi, proseliti delle code di cavallo e dello chignon. E’ vero, in balia del caldo sanno rivelarsi un toccasana. Tuttavia, onde evitare di sfibrare il cuoio capelluto sarebbe buona pratica non esagerare. Sottoporre frequentemente i capelli allo stress di elastici e forcine rischia, infatti, di causare una serie di danni che, a lungo andare, si renderanno sempre più evidenti.
  • Proseguiamo nel capitolo capelli, considerando il fatto che una chioma rigogliosa e luminosa ci fa sembrare immediatamente più giovani. Attenzione, quindi, all’utilizzo di piastra e phon. Ridurre l’impatto con il calore eccessivo permette alla cute di non stressarsi e mantenersi in salute più a lungo.
  • Quando si fanno le ‘ore piccole’, come ad esempio durante il week end, può succedere che la fame ci venga a bussare all’improvviso, nei momenti più imprevisti e forse, anche, meno indicati. In tal caso, puntiamo su spuntini a base di frutta, fresca o secca. Gli oli in essa contenuti aiutano, tra l’altro, a riposare meglio e teniamo sempre a mente che, consumare cibo trascorsa la mezzanotte, non agevola la digestione.
  • Zampe di gallina: solo a nominarle vengono i brividi. Ebbene sì, le rughe intorno agli occhi rappresentano uno tra i crucci più fastidiosi di noi donne. Ricordiamoci, dunque, e assumiamolo come comportamento standard, di indossare, quando possibile, gli occhiali da sole, specialmente in caso di forte luce o esposizione diretta al Sole. Strizzare gli occhi non ci aiuta ad evitare le ‘temutissime nemiche’.
  • E, se la pelle è chiara, ma non solo, difenderla, tutta, è pressoché un obbligo. Pertanto, d’estate, largo alle creme con una buona – o alta – protezione. Nella stagione invernale, vale la pena ricordare che anche la crema da giorno deve possedere un tasso di salvaguardia, indipendentemente se l’incarnato si scandinavo o mediterraneo.
  • Riposo: per alcuni è una chimera. Invece, dormire a sufficienza è proprio tra i segreti per mantenersi in salute. E anche il modo in cui si dorme è importante. Se tra le consuetudini rientra quella di sfregare la faccia sul cuscino durante il sonno, proviamo a dormire a pancia in su. Si tratta di un buon escamotage, per evitare di svegliarci con il viso gonfio.
  • Un altro aspetto da non sottovalutare è la scelta della fodera più adeguata. Soprattutto se si dorme voltati su un lato, è preferibile adoperarne una in cotone. Ancor meglio, biancheria di seta o di raso, giacché provocano meno frizione.
  • Fissati con la linea? Ebbene, diete eccessivamente invasive possono rivelarsi acerrime antagoniste degli annessi cutanei. Un regime alimentare corretto è alla base di una buono stato di salute. In ogni caso, nel momento in cui si scelga di intraprendere una dieta, rimane consigliato rivolgersi ad un professionista.
  • Ci appelliamo, in questo paragrafo, alle signore donne… Avete presente quando la sera, stanche e impigrite, prima di coricarvi evitate di struccarvi? Care nostre, non si fa. L’occlusione dei pori non solo velocizza l’invecchiamento, ma non permette alla pelle di respirare a sufficienza e rigenerarsi. E’ invece, questo, il momento a d’uopo per spalmarsi di crema, affinché venga assorbita nel migliore dei modi.
  • Vi è mai capitato di sorprendervi mentre fate smorfie strane con il viso, magari intenti a sollevare pesi o eseguire addominali? Nel caso, concentrarvi sulla respirazione per eliminare il problema, poiché qualsiasi movimento dei muscoli facciali coinvolge anche la pelle del viso. Con tutto quel che ne consegue…
  • Vietato fumare. Smettere comporta innumerevoli sacrifici, ma altrettanti benefici. Chi di noi non sa che fumare, oltre ad indurre a gravi malattie, invecchia la pelle, contribuisce al formarsi delle rughe e modifica la luminosità del tono del viso?
  • Sappiatelo, ogni ora passata davanti alla tv accorcia l’aspettativa di vita di un adulto di 22 minuti; mentre, chi guarda la televisione per una media di 6 ore al giorno, vive 5 anni di meno, rispetto a chi non la guarda. Di fatto, seduti per più di 30 minuti, il corpo comincia a depositare zucchero nelle cellule, favorendo il sovrappeso. E’ consigliabile, quindi, ogni 30 minuti di inattività, alzarsi e fare una breve passeggiata.
  • Procuratevi un umidificatore. Con la stagione fredda la tentazione è, infatti, quella di alzare il calorifero. Niente di più dannoso per la pelle che, così facendo, perde di idratazione.  
  • Se il riscaldamento fa invecchiare la pelle, non da meno è l’aria condizionata. Anche in questo caso, la temperatura eccessivamente fredda e una lunga esposizione non costituiscono di certo un toccasana per l’epidermide.
  • Nonostante bere con la cannuccia bevande di colore scuro sia di aiuto nel prevenire le macchie sullo smalto dei denti, il movimento continuo del sorseggiare favorisce la formazione di rughe premature attorno ad occhi e bocca. Per questo, sarebbe meglio bere direttamente dal bicchiere.
  • Ricordate quando la mamma o la nonna vi imponevano di stare seduti dritti? Ecco, fatelo. Assicuratevi che orecchio, spalla e fianco formino una linea retta. Questa sarà la postura corretta da mantenere sulla sedia, onde evitare problemi a muscoli, vertebre ed ossa.
  • Chi l’ha detto che i grassi fanno male? Non di certo gli omega 3, che si trovano in taluni pesci, nelle noci e nei semi di lino. Aiutano, invece, a mantenere l‘epidermide elastica, contrastando la formazione delle rughe.
  • Esagerare con il trucco non va mai bene. Non fosse altro, poiché impoverisce l’epidermide del suo film lipidico naturale e anticipa la formazione dei segni del tempo. Troppi prodotti, soprattutto a base oleosa, ostruiscono i pori e fanno venire i brufoli, senza contare l’eventuale presenza di profumi, alcool e agenti chimici irritanti, che seccano ed irritano la cute.
  • Nella personale routine di bellezza, sempre servirsi di una crema per il contorno occhi. Meglio ancora, se atta a promuovere la formazione di collagene ed elastina che, all’unisono, lo mantengono ben idratato ne rallentano il processo di invecchiamento.
  • Non dormire abbastanza, sappiatelo, riduce – anche – l’aspettativa di vita. Le ore ottimali consigliate sono, di norma, 7 e, nel caso si lamentino sintomi quali cali di energia, problemi di concentrazione e attenzione e aumento di peso, è bene anticipare l’ora in cui si va a dormire.
  • Ed è nocivo pure passare troppo al computer o usare lo smartphone. Lo schermo emette un certo tipo di raggi luminosi: HEV (High Energy Visiblelight), deleteri tanto quanto i raggi UVA. Perciò, è consigliabile limitare l’esposizione, ridurre la luminosità del PC e del cellulare, attivare il filtro per la luce blu, direttamente dai dispositivi mobili.
  • Arieggiare la casa tenendo le finestre aperte non è una cattiva abitudine, ma il gesto diventa pericoloso, se si vive in una città molto inquinata. Le impurità presenti nell’atmosfera non giovano alla pelle. Facciamolo, dunque, solo al mattino presto e non nelle ore di punta.
  • Dimagrimento veloce? Altamente sconsigliato. Provoca scompensi al metabolismo, compromettendo, pure, l’elasticità della pelle. Meglio perdere peso in modo costante, evitando, peraltro, l’insorgere di eventuali patologie.
  • Le bevande alcoliche riducono i livelli di antiossidanti, rendendoci maggiormente soggetti all’azione dei radicali liberi, responsabili dell’invecchiamento cellulare. Fatene tesoro…
  • Doccia? sì, Ma a base di acqua fredda. Difatti, trascorrere troppo tempo sotto il getto bollente secca e squama. That’s it.
  • Acqua, acqua, acqua… non ci stancheremo mai di ripeterlo, ne va bevuto almeno 1 l e mezzo al giorno. Idratando corpo e cervello saremo più vigli e ci eviteremo la comparsa di fastidiose emicranie.
  • Strano ma vero, le lampade UV utilizzate per far asciugare i diversi strati di smalto danneggiano le cellule della pelle, più o meno allo stesso modo dei lettini solari. Problema che, tra l’altro, interessa anche le unghie, che diventano più fragili e sottili. Per evitare l’invecchiamento precoce è necessario far trascorrere un po’ di tempo tra una manicure e l’altra e utilizzare, nel mentre, una crema con filtro solare. Ed una, insieme, anti-aging, che interessi anche il collo.
  • Per chi non ne fosse al corrente, masticare chewing gum favorisce la formazione di segni attorno alle labbra, giacché l’abitudine sollecita molto più del dovuto i tessuti che sostengono la pelle del viso. E’ bene, pertanto, non esagerare.
  • Ultimo, ma non banale: quando ci si arrabbia o si è pensierosi, il volto suggerisce e anticipa le emozioni. Meglio rimanere distesi, affinché gli stati d’animo non interferiscano – pure – con il resto.

LEGGI ANCHE: Il più antico tra gli allenamenti per il cervello? Si chiama Cruciverba

LEGGI ANCHE: Acido retinoico: magistrale alleato contro le rughe

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This div height required for enabling the sticky sidebar
Ad Clicks :Ad Views : Ad Clicks :Ad Views : Ad Clicks :Ad Views : Ad Clicks :Ad Views :