img

Pappadums: questo, poi, è persino proteico

/
/
/

Sottili, croccanti, adoperate, in genere, per affiancarsi a piatti come il riso alle verdure (riso Biryani), salsine di vario tipo e consistenza, polpette vegetali, Dahl di lenticchie e numerosi altri piatti. Eccolo, l’identikit delle Pappadums.

A base di lenticchie nere indiane e, normalmente, aromatizzate al cumino, rappresentano la rilettura veg del più comune pane, oltre a risultare estremamente proteiche. Poteste acquistarle già pronte, facili da reperire presso i ristoranti o nei Take Away Indiani. E ne sono forniti pure diversi e-commerce. Ma il gusto, quello vero, consiste nel prepararsele da sé.

LA RICETTA

INGREDIENTI:

  • 4 tazze di farina di lenticchie o di farina di ceci 
  • 1/2 cucchiaino di semi di cumino
  • 1 cucchiaino di sale
  • 100 ml circa di acqua

PREPARAZIONE:

in una ciotola, mescolare la farina, i semi di cumino e il sale. Decidete di aggiungere più o meno acqua, a seconda del tipo di farina utilizzata. Deve, comunque, essercene abbastanza da tenere insieme il composto, senza però risultare eccessivamente appiccicosa.

Dividete il composto in 12-15 palline e formate una serie di dischetti sottilissimi. Fateli cuocere a 90°, per 60-90 minuti.

Ottime, da accompagnare con una salsina allo yogurt di soia al naturale, cumino in polvere – un pizzico, per ogni barattolo di yogurt vegetale – una punta di sale e menta fresca tritata, in abbondanza.

LEGGI ANCHE: Naan e Chapati… e chi ne sa di più

LEGGI ANCHE: Indiano: ma questo pane quante facce ha?

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This div height required for enabling the sticky sidebar
Ad Clicks :Ad Views : Ad Clicks :Ad Views : Ad Clicks :Ad Views : Ad Clicks :Ad Views :