img

Elude: e quanto spendi in viaggio lo sai… prima ancora di partire

/
/
/

Facciamo i conti. Mille e cinquecento. Anzi no. Duemila… al massimo tremila. Il budget parla chiaro. Il conto langue e, comunque, è questo quel che ci si può permettere. Dunque? E allora, in soccorso, arriva – guarda caso – l’App apposita. Elude si chiama, appena uscita per IOS. Una volta impostata la cifra di cui si è a disposizione, la città di partenza e una possibile data, Elude indica gli eventuali indirizzi e sistemazioni, in merito alla somma.

L’idea di viaggio si rende, insomma, d’improvviso, immediata. Una procedura elementare, a cui fare appello. Secondo gli sviluppatori del sistema – due giovani Americani – le persone trascorrono, in media, 176 ore a compulsare il web, in cerca di ispirazione. Prima di stabilire una meta, scorrono, più o meno, 140 siti. Ebbene, tempo ed energie risparmiate, grazie all’infallibile programma, che non solo svolge il lavoro richiesto ma consente, nel frattempo, di dedicarsi ad altro.

E se, fino ad ora, le App relative all’argomento hanno consentito di prenotare aerei, alberghi o appartamenti; hanno avvisatonel momento di variazione delle tariffe; hanno selezionato, in base a gusti e interessi… nessuna, ancora, aveva ‘lavorato’, partendo dai soldi disponibili nel portafogli. Un cambio di rotta, che lascia spazio a destinazioni, altrimenti scartate… o scartabili a priori.

Se amate o siete esperti di tecnologia, sempre stando in tema, una valida alleata è Travel Expense Manager, dove è possibile annotare tutte le spese effettuate, ordinate per categoria: alberghi, ristoranti, visite culturali, mezzi di trasporto, drink, acquisti e quant’altro, con anche la possibilità di allegare le ricevute di pagamento. Una scansione delle spese, necessaria e utile a tenere d’occhio le uscite, per meglio rendersi conto con quali margini di manovra ci si possa muovere, per non sforare dal tetto previsto.

Per organizzare in modo ordinato e avere sempre a portata di mano i documenti: dai biglietti aerei o del treno alle ricevute di prenotazione degli alberghi, alle prenotazioni dei musei, il green pass, ecc… si può fare riferimento, pure, ad Evernote, indispensabile, per chi si muove in famiglia o in gruppo.

Per chi i passivi ha invece deciso di condividerli, un avamposto interessante risulterà Splitwise, che permette di tenere traccia di tutti gli scontrini, dal ristorante alla benzina, dai pedaggi autostradali ad altro ancora… per fare più agevolmente le valutazioni di fine vacanza. Senza crucci… in leggerezza.

LEGGI ANCHE: In vacanza? Mi ci porto il Gatto

LEGGI ANCHE: La politica della vacanza, prospettata per due

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This div height required for enabling the sticky sidebar
Ad Clicks :Ad Views : Ad Clicks :Ad Views : Ad Clicks :Ad Views : Ad Clicks :Ad Views :