img

Quegli spaghetti… fatti con l’alga Spirulina

/
/
/

Cibo degli Dei, come veniva definito nell’antichità, oppure Cibo del futuro, secondo quel che ha decretato la Fao? In quanto a proprietà nutritive e sostenibilità ambientale, certo, non c’è da discutere. Ed è ciò che deve aver compreso anche Raffaele Settanni, cofounder della start up pugliese Apulia kundi.

Il progetto di cui si fa portavoce prevede l’utilizzo, per la preparazione della pasta, dellalga Spirulina. Quest’ultima, coltivata nelle vasche in serra del pastificio Andriani, vanta una provenienza 100% nostrana e, al momento, si presenta sotto forma – unicamente – di spaghetti. Anche se si appresta, prossimamente, ad assumere, pure, le sembianze di uno o più formati ‘corti’.

UN PERCORSO LUNGO SECOLI…

Un’idea datata 2019 e che, da allora, ha visto crescere la partnership tra Felicia (brand di Andriani) e Apulia Kundi, unite, le due Società, da valori condivisi. E condivisibili.

Un’attrazione, quello della giovane Azienda pugliese verso un prodotto ‘capostipite di una storia di miliardi di anni’ scoccata in terra d’Africa, in occasione di un disegno di cooperazione internazionale, presso un villaggio del Malawi. Nel 2010, così, si è passati all’azione, sperimentando l’utilizzo delle micro alghe, nonché la produzione di Spirulina K: made in Italy, biologica, naturale e totalmente pura.

Un’iniziativa imprenditoriale innovativa, con l’obiettivo di preservare le risorse naturali del Pianeta“, raccontano gli artefici della geniale trovata. L’impianto di coltivazione, difatti, adopera acqua proveniente dalla fase di produzione della pasta, trattata attraverso un impianto di ossidazione. In un secondo momento, si prosegue per osmosi inversa, per la produzione di micro alga Spirulina. Sorta di processo virtuoso di economia circolare.     

Garanzia di mantenimento di standard elevatissimi, l’ambiente controllato in cui la lavorazione si sviluppa. La micro alga, dopo essere stata raccolta dalle vasche di produzione attraverso filtri a maglie molto strette, viene pressata, estrusa ed essiccata a freddo. Un modo, per preservarne le caratteristiche nutrizionali. Successivamente, parte della materia prima viene destinata ad Andriani, come ingrediente nella produzione di pasta biologica e gluten free a marchio Felicia. L’altra, per le diverse formulazioni ApuliaKundi, tra cui stick, compresse e prodotti funzionali, già in commercio.

E la new entry ha fatto il proprio ingresso nella Grande distribuzione organizzata, proprio di recente. Una pasta lunga, dicevamo, a base, tra l’altro, di farina di riso integrale e, per chi non ne fosse al corrente, dalle enormi proprietà. Fonte di fibre, ferro e potassio si distingue per il gusto, sorprendente e salino. Sebbene – va specificato – la Spirulina non sia un’alga marina. 

LEGGI ANCHE: Nel piatto? Alghe e molluschi: ecco il cibo del futuro

LEGGI LE ALTRE NEWS NELLA SEZIONE MANGIARE SANO

This div height required for enabling the sticky sidebar
Ad Clicks :Ad Views : Ad Clicks :Ad Views : Ad Clicks :Ad Views : Ad Clicks :Ad Views :