img

The Queen: e quando la rimediate un’altra tempra così!

/
/
/

Intramontabile. Eravamo preoccupati, già da qualche settimana, poiché le notizie che trapelavano non erano affatto rassicuranti, riguardo alle condizioni di salute di Sua Maestà che, giunta alla veneranda e rispettabilissima età di 90 e rotte primavere, avrebbe tutto il diritto di ‘prendersela comoda’.

Ma Elisabetta non è questa. Ci ha insegnato ad interpretarla con la possanza di un macigno e, come tale, immarcescibile, agisce. Sono settimane difficili, sì. Ma, ad immediata rassicurazione arriva, ora, l’apparizione pubblica, datata 17 novembre, in cui la Regina è apparsa vagamente patita, ma non meno pronta ad affrontare gli impegni istituzionali.

Dunque, l’abbiamo vista armata di bastone; sappiamo delle degenza in ospedale; abbiamo notato – e patito – la sua assenza presso Cop 26 o al Remembrance Sunday e siamo al corrente dei 15 giorni di riposo, secondo richiesta medica. E ne veniamo a capo che la saggia regnante abbia deciso, seguendo i consigli degli esperti, di disciplinare le proprie apparizioni in pubblico, onde non ledere ulteriormente il proprio stato di salute.

Ecco, allora, che a Corte si punta su impegni ‘leggeri’, non pregiudicanti e che non la facciano spostare da palazzo.

Pertanto, mercoledì scorso, l’incontro, presso palazzo Windsor, con il generale Nick Carter. Lei, la ‘nostra’, con indosso un abito a fiori bon ton, intenta ad ascoltare le parole del suo interlocutore. Priva di bastone, l’aria un po’ sciupata, l’abbiamo trovata comunque… bene. Notizia che ci rende lieti perché, in fondo, a colei che rappresenta ormai un’istituzione, pur non frequentandola, siamo, chi più chi meno, affezionati. Nel frattempo, un’altra comunicazione è partita da Buckingham Palace: il palazzo riaprirà al pubblico nell’estate 2022, in virtù del Giubileo di Platino.

Mentre, pertanto, Elisabetta II si dedica al riposo, il principe Carlo, con al braccio Camilla, ne assume le veci. I due sono attualmente in visita di stato nel regno di Giordania, su incarico del Foreign Office. Durante l’incontro, al principe è stato chiesto riguardo alle condizioni di salute di sua madre. In tutta rosposta – bontà sua e fornito dell’aplomb congenito ai Britannici – così ha commentato: “Sta benone, grazie. Il fatto è che quando arrivi a 95 anni non è facile come prima. È già abbastanza difficile quando ne hai 73!“.

LEGGI ANCORA NEWS SU ELISABETTA II

LEGGI ANCHE: A suon di dolci, alla conquista del palato goloso della Regina

This div height required for enabling the sticky sidebar
Ad Clicks :Ad Views : Ad Clicks :Ad Views : Ad Clicks :Ad Views : Ad Clicks :Ad Views :