img

Ultimissima chiamata… le dritte per il trucco di Capodanno

/
/
/

Che sia in vacanza, al ristorante o, come gran parte degli Italiani, nel salotto di casa, la notte di Capodanno offre l’occasione per festeggiare e, al tempo stesso, giocare con il proprio volto. Interpretarlo, secondo lo stato umorale, la situazione, la Location che ci vede protagoniste. E tirare fuori dal cassetto dei beauty anche quei trucchi a cui, solitamente, non oseremmo neppure avvicinarci.

Certo, la ‘mano’ per queste faccende va allenata ma, pur non essendo professionisti, possiamo sempre ricorrere al consiglio degli esperti e lasciarci trasportare dall’idea di un risultato, capace di renderci uniche, in virtù di una ricorrenza tanto speciale.

Per prima cosa pensiamo, quindi, alla pelle. Uniformarla e farla apparire levigata rappresenta un dictat inderogabile. Altrimenti il maquillage a cosa serve? Scegliamo di adoperare, a tal proposito, fondontinta-trattamento, in grado di regalarci, in breve, risultati efficaci e performanti.

Tip da Make-up Artist

Qualora per occhi e gote si ripieghi su tocchi dorati, la tonalità di blush più indicata, almeno per gli incarnati mediterranei, è il malva. Per le over 50, invece, il consiglio è di creare una base luminosa, senza utilizzare prodotti opacizzanti, che finirebbero per evidenziare rughe e linee sottili.

Come ci continuano ad insegnare le Passerelle, il make-up più contemporaneo pretende uno sguardo dal timbro piuttosto audace, che non tema di sfoggiare perfette linee di eyeliner. Quest’ultimo, andrà distribuito in maniera evidente e perfettamente definita, così come le sopracciglia, da pettinare e scurire. N.B. L’effetto strobing è di gran moda e si ottiene aggiungendo tocchi dorati nell’interno dell’occhio, sulla palpebra mobile, sulle gote e sull’arco di Cupido della bocca, per mezzo di un prodotto illuminante. Tocco finale: ciglia finte, magari impreziosite con applicazioni gioiello o un mascara, allungante e rimpolpante.

Tip da Make-up Artist

Un trucchetto per raggiungere la precisione nel definire il tratto di eyeliner è applicare prima la matita, per poi terminare il lavoro con il prodotto specifico.

Se gli occhi sono in ‘primo piano’, legge vuole che, per contrasto, le labbra – quasi – scompaiano, magari enfatizzate unicamente da un velo di gloss. Se, invece, si è pensato di puntare, in generale, al Minimal, allora, con la bocca, conviene osare. Perché non lanciarsi con un rossetto dark? Meglio ancora, preferite il prugna e il bordeaux scurissimo, a patto però che la pelle sia davvero diafana.

L’EFFETTO BLING BLING

L’effetto sfavillante? Non sazie del viso, non fatelo mancare sulle mani, tramite smalti metalizzati e opalescenti, da usare su tutte le unghie o solo su alcune, per creare chiaro scuri… da brindisi.

LEGGI ANCHE: Make Up: fine di un anno buio, all’insegna del ‘to shine’

LEGGI ANCHE: Beauty A/I 2021-22: vero sodalizio tra libertà e creatività

This div height required for enabling the sticky sidebar
Ad Clicks :Ad Views : Ad Clicks :Ad Views : Ad Clicks :Ad Views : Ad Clicks :Ad Views :