img

A cena, a casa di amici…

/
/
/

A cena, specie se a casa propria, si fa quel che si vuole. Magari, ognuno porta qualcosa, così non c’è bisogno di faticare eccessivamente ai fornelli e in più, la varietà dei cibi da assaggiare, inevitabilmente, aumenta.

Tuttavia, scegliere come contribuire non è, spesso, facile e il rischio di apparire tirchi o inadeguati è appostato lì, dietro la porta. Dunque, stando ad una sorta di prontuario dettato dal buon senso, ecco, di seguito, la lista di quel che proprio non bisogna portare, in questo tipo di occasioni…

  • Partiamo dagli avanzi. Certo, evitare gli sprechi è buona regola, ma non tutto va condiviso con gli amici 
  • In vino veritas, sostenevano i Latini. Ebbene, offrire una bottiglia di vino è come portare una torta per due e non importa quanto sia costoso
  • Pollo fritto da asporto: gustoso… ma quanto, pure, oleoso! Oltretutto, non mette in buona luce. Dà l’idea che ci si sia voluti impegnare davvero al minimo
  • Peggio ancora, se si tratta di patatine in busta. L’opzione più economica e banale che si possa scegliere. Probabilmente, ci avrà già pensato qualcun altro
  • Bando anche alle verdure in scatola. Chi non storcerebbe il naso?
  • Il rischio, invece, con la pasta fredda, è che rimanga troppo a lungo fuori dal frigo e – può capitare – vada a male
  • Niente di male, di per sé, in una scatola di biscotti, ma ha tutta l’aria di un salvagente dell’ultimo minuto
  • Neppure nel caso inverso, cioè portando un piatto importante, la questione migliora. Si dà l’impressione di voler gareggiare, in quanto ad arte culinaria, con la padrona di casa
  • Men che meno, presentarsi, avendo già assaggiato il proprio piatto. Suona davvero di maleducazione
  • Bando, allo stesso modo, ad olive e condimenti. Diciamo semplicemente che ‘non valgono!
  • I cibi dietetici, beh, quelli è meglio lasciarli in dispensa
  • I piatti da assemblare sono divertenti, vero, ma precludono il tempo, per la padrona di casa, da trascorrere in compagnia dei propri invitati
  • Frutta secca? Partiamo dal fatto che è ipercalorica… e se è vero che è ottima, soprattutto per gli aperitivi, è bene annotarsi di portarla, quanto meno, sgusciata
  • Idem dicasi per le caramelle. Rappresentano un vero e proprio veleno
  • Evitare, in egual maniera, le salse pronte. Ci vuole così poco a prepararle, ex novo! Anzi, evitare le salse, in generale. Rischiano di macchiare, irrimediabilmente
  • Formaggi sì… formaggi no… meglio tenersi alla larga da odori e sapori persistenti
  • Per la stessa ragione, niente insalata di tonno
  • La scelta di verdure crude, per quanto salutari, non è mai vincente
  • Torte ricche e piene di zuccheri appesantiscono e agevolano il sonno. Non rappresentano, tutto sommato, una grande idea…
  • Piatti e posate li fornisce la casa, non l’ospite, sia chiaro
  • Se l’intenzione è di presentarsi, con appresso un cesto di uova sode, bene, conviene lasciarle esattamente dove si trovano: nel proprio domicilio
  • W l’Oriente, sì, ma il Sushi è tra i cibi che vanno consumati subito e non possono essere lasciati a lungo sopra ad un tavolo
  • Mai portare un alimento che non sia condivisibile. Sa tanto di egoista!
  • Ultima lectio: mai arrivare a mani vuote. Mai e poi mai!

LEGGI ANCHE: Galateo di fine pasto? E’ presto detto

LEGGI ANCHE: Riscriviamo il Bon Ton, se si tratta di Pizza

This div height required for enabling the sticky sidebar
Ad Clicks :Ad Views : Ad Clicks :Ad Views : Ad Clicks :Ad Views : Ad Clicks :Ad Views :