img

Step by Step: decoriamo l’Albero di Natale

/
/
/

Un tempo se la batteva con il Presepe. Oggi, forse, quest’ultima tendenza si è un po’ smarrita. Differente sorte, invece, per l’Albero di Natale che, al di là di quanto si possa supporre, pare rappresenti davvero ‘una faccenda seria’. Decorarlo fa parte di un rito dal carattere aggregante, che riesce ad incorporare anche più generazioni.

Badate bene però, addobbarlo richiede tempo, pazienza, creatività ma, soprattutto, adesione ad una serie di regole improrogabili. Si parte, dunque, dall’infoltire i rami. E’ la volta, quindi, delle luci e, a completare, il turno delle decorazioni.

But… rewind. Riavvolgiamo il nastro per un attimo e torniamo a Lui, il protagonista indiscusso del nostro operato. In generale, gli alberi migliori sono quelli sintetici che, se realizzati con materiali di qualità, hanno il pregio di durare anche anni.
Consideratene altezza e larghezza: al momento dell’acquisto, valutate almeno mezzo metro di spazio tra la punta ed il soffitto, soprattutto laddove si desideri posizionare un puntale. Allo stesso tempo, fate il calcolo delle specifiche di ingombro. Cosa manca… ah, sì, il rapporto qualità-prezzo. Prima di effettuare qualsiasi spesa, non disdegnate un giretto su internet…

In fase di montaggio, una volta posizionata la base a terra, toccherà, in successione, al tronco. Poi andranno aggiunti i rami. Partite dal basso, dove sono più lunghi. Prima ancora, accertatevi di averli aperti con cura. Qualora necessiti infoltirlo ulteriormente, basteranno rametti di fiori finti, da inserire tra qua e là. Sono piuttosto semplici da trovare, presso i fiorai oppure on-line.

Il passaggio che riguarda le luci è tra i più spigolosi. Un lavoro correttamente eseguito riesce a regalare una sensazione di piacevolezza, prima ancora di aggiungere le decorazioni.

Luci a LED, è la soluzione. Niente di più chiaro, consumano meno. In alternativa, andranno benissimo anche quelle a batteria. Le proposte, del resto, non mancano: a luce calda, fredda; a forma di stelle, colorate… insomma, ce n’è per tutti i gusti.

Già, ma come distribuirle? Risposta, anche qui, banale. In maniera uniforme. Per ottenere un risultato appagante, si consiglia di far scorrere il filo dal tronco alla punta del ramo, ritornando poi verso il tronco e proseguendo quindi con il ramo successivo. Una tecnica, tesa a donare all’effetto finale un aspetto di tridimensionalità, che altrimenti andrebbe perso.

Fin qui tutto chiaro? Non resta, allora, che concentrarsi sulle decorazioni.

Tenere presente che gli addobbi più grandi vanno in basso, i più piccoli via via che si sale. Un avviso, non soffermatevi unicamente sulle punte dei rami; l’albero va riempito nella sua profondità. Per il resto, la regola è… niente regole. Da qui in poi è puro esercizio di fantasia, la vostra. E sia quel che sia.

LEGGI ANCHE: Come ti apparecchio la tavola di Natale

LEGGI ANCHE: Per Natale mi regalo un bijoux

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This div height required for enabling the sticky sidebar
Ad Clicks :Ad Views : Ad Clicks :Ad Views : Ad Clicks :Ad Views : Ad Clicks :Ad Views :